| home | contatti |  chi siamo |  dove e quando |

 
Comune di Bologna
Quartiere San Donato - San Vitale
 
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI QUARTIERE
 
n.26/2017 del 14/06/2017
PROGRAMMAZIONE DEL PERCORSO RELATIVO AI FONDI "PON METRO" NEL QUARTIERE SAN DONATO-SAN VITALE. I.E.
PG.N. 207729/2017
In pubblicazione dal 16/06/2017 al 30/06/2017
 

Il Presidente del Consiglio di Quartiere San Donato-San Vitale

propone al Consiglio la seguente deliberazione
IL CONSIGLIO DI QUARTIERE SAN DONATO-SAN VITALE
riunito nella seduta del 14 giugno 2017

Premesso che:
- il Programma Operativo Nazionale "Città Metropolitane 2014 – 2020" (PON Metro), adottato dalla Commissione europea con Decisione C (2015) 4998 del 14 luglio, si inserisce nel quadro dell’Agenda urbana nazionale e delle strategie di sviluppo urbano sostenibile delineate nell’Accordo di Partenariato per la programmazione 2014-2020 (adottato dalla Commissione Europea in data 29 ottobre 2014), in linea con gli obiettivi e le strategie dell'Agenda urbana europea, che identifica le aree urbane come territori chiave per cogliere le sfide di crescita intelligente, inclusiva e sostenibile proprie della Strategia Europa 2020;
- le Città Metropolitane interessate sono 14 (Torino, Genova, Milano, Bologna, Venezia, Firenze, Roma, Bari, Napoli, Reggio Calabria, Cagliari, Catania, Messina e Palermo);
- il PON Metro interviene per sostenere, con modelli di intervento comuni, specifiche e determinate azioni prioritarie che compongono una strategia unificante di livello nazionale per le Città metropolitane, affrontando congiuntamente e in modo coordinato alcune delle sfide che interessano tali contesti territoriali (sfide climatiche e ambientali, sfide demografiche e sociali, sfide tecnologiche);
- il percorso progettuale riguardante la Città di Bologna e l'Area Metropolitana di Bologna ha portato alla individuazione delle linee di azione di seguito riportate:
      1) Abitare e inclusione dei giovani nella città che cambia, per sperimentare modelli di innovazione sociale e per il rafforzamento delle politiche abitative finalizzate a soddisfare i bisogni delle fasce più deboli della comunità, con particolare riferimento ai giovani e ai fenomeni di nuove povertà;
      2) Città digitale, per la semplificazione e l’efficienza della Pubblica Amministrazione, in modo da migliorare la qualità della vita dei cittadini, sviluppando nuovi servizi, generando nuove opportunità per le imprese locali, innalzando l’efficienza operativa della pubblica amministrazione e aumentando la coesione sociale e la partecipazione dei cittadini nella gestione dei beni pubblici;
      3) Edifici pubblici intelligenti, per rendere più efficienti dal punto di vista del consumo energetico e delle emissioni alcuni edifici pubblici o ad uso pubblico, in particolare quelli frequentati da giovani, innovandone anche gli usi in modo da costituire una rete di luoghi aperti a tutta la città per la promozione della cultura digitale e la qualificazione della formazione tecnica a Bologna;
      4) Mobilità, per l’ottimizzazione gestionale e operativa del traffico attraverso la realizzazione di infrastrutture materiali e tecnologiche, per realizzare hub intermodali, localizzati in prossimità dei principali punti di snodo della rete di TPL e per favorire la mobilità lenta;

Dato atto che in data 15 dicembre 2016, presso l'Opificio Golinelli (Via Paolo Nanni Costa, 14) il Sindaco di Bologna e della Città metropolitana Virginio Merola assieme alla Giunta comunale, a Giorgio Martini (Autorità di Gestione PON Metro, Dirigente Agenzia per la Coesione Territoriale) Giacomo Capuzzimati (Autorità urbana PON Metro Bologna, Direttore Generale del Comune e della Città Metropolitana di Bologna), Giovanni Ginocchini (Direttore Urban Center Bologna), Christian Iaione (UniMarconi e LUISS Guido Carli), hanno presentato il Programma Operativo Nazionale Città metropolitane 2014-2020;

Rilevato che con delibera di Giunta Progr. n. 10 del 24 gennaio 2017 (P.G. n. 19042/2017), immediatamente esecutiva:
      1. è stato approvato il Piano Operativo di Bologna contenente l’esplicitazione delle operazioni la cui attuazione è prevista nell’ambito della dotazione finanziaria della città a valere sul Programma operativo nazionale “Città Metropolitane” FESR/FSE 2014/20 (PON), allegato A) parte integrante alla delibera succitata;
      2. è stato demandato all’Autorità Urbana ed ai RUP individuati all’interno del Piano Operativo di adottare con successivi provvedimenti tutti gli atti necessari per dare attuazione allo stesso PO, compresi quelli necessari per adottare eventuali modifiche che non alterino il contenuto sostanziale del PO;
Precisato che come indicato nell'allegato A) approvato con la deliberazione di Giunta Progr. n. 10 del 24 gennaio 2017, relativamente al Quartiere San Donato-San Vitale gli immobili, oggetto del Piano Operativo e relative specifiche, sono quelli di cui all'elenco allegato alla presente deliberazione;

Dato atto altresì che:
- il 3 aprile 2017 hanno preso avvio i laboratori di Quartiere con il compito anche di contribuire a concretizzare diverse azioni previste dal PON Metro, mediante la definizione delle finalità d’uso degli edifici riqualificati grazie alle azioni dell’asse 4, la implementazione del percorso di co-progettazione delle azioni di inclusione ed innovazione sociale ed il percorso di ascolto dedicato a condividere la nuova Agenda Digitale, per rinnovare, coordinare e indirizzare le strategie digitali;
- nello specifico, in continuità con il percorso "Collaborare è Bologna" in data 4 maggio 2017, presso il Mercato Sonato (Ex Mercato San Donato), si è tenuto un incontro pubblico per illustrare l'avvio dei Laboratori di Quartiere nel Quartiere San Donato-San Vitale;

Rilevato che l'obiettivo principale dei Laboratori di Quartiere è quello di coinvolgere comunità, associazioni, imprese e cittadini in processi di collaborazione di prossimità in modo stabile, anno per anno e quartiere per quartiere, all’interno degli obiettivi definiti dal Piano Innovazione Urbana di Bologna e dare corpo ad un rinnovato welfare di comunità;

Dato atto di quanto sopra esposto allo stato attuale, preso atto dell'avvio del processo del Piano Operativo di Bologna, è necessario definire le date degli incontri con i cittadini come sotto elencate, che porteranno alla definizione delle finalità d’uso degli immobili da riqualificare ed insistenti sul territorio del Quartiere San Donato-San Vitale:

PLENARIA: giovedì 22 giugno 2017 - dalle ore 18,00 alle ore 21,00 - presso il Mercato Sonato (ex Mercato San Donato) in via G. Tartini n. 3

a) presentazione del percorso, delle modalità di svolgimento, della tempistica;
b) messa a disposizione dei materiali relativi e ogni altra informazione utile a favorire la conoscenza dello stato di fatto;
c) raccolta delle priorità evidenziate dai soggetti coinvolti;

LABORATORIO DI QUARTIERE:

a) analisi delle proposte emerse;
b) condivisione delle priorità;
c) elaborazione delle proposte;

- martedì 18 luglio 2017 - dalle ore 17,30 - presso il Mercato Sonato (ex Mercato San Donato) in via G. Tartini n. 3, per la co-progettazione sugli edifici dell’ex-Mercato San Donato e del Centro Beltrame;

- mercoledì 19 luglio 2017 - dalle ore 17,30 alle ore 23,00 - presso la Sala Consiliare “Vinka Kitarovic” del Centro Civico di Piazza Spadolini n. 7, o in alternativa, in altro luogo adatto ad ospitare l’incontro pubblico, Falcone, per la co-progettazione sull'edificio ex Casa del Custode di Via Fantoni;

- Settembre 2017 (data e luogo ancora da definire), per la co-progettazione sul Polo di Via Pallavicini n. 12;

Dato atto che ai sensi dell'art. 49 comma 1 del D.Lgs. 18.8.2000 n. 267 (Testo Unico degli Enti Locali) e s.m.i., è stato formalmente acquisito agli atti il parere favorevole espresso dal Direttore responsabile del Quartiere in ordine alla regolarità tecnica del presente atto;

Visti:
- gli artt. 4ter, 37,38, 42 comma 2, dello Statuto del Comune di Bologna ;
- l'art.12 del vigente Regolamento comunale sul Decentramento;
- il Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267 e s.m.i.;
DELIBERA

per i motivi esposti in premessa e che qui si intendono integralmente richiamati:
1. di prendere atto dell'avvenuto avvio del Piano Operativo di Bologna, che relativamente il Quartiere San Donato-San Vitale interessa la riqualificazione e individuazione delle finalità d'uso dei seguenti immobili, come da Allegato 1) alla presente deliberazione;
2. di definire le date degli incontri con i cittadini in merito alle proposte afferenti gli immobili di cui sopra, come individuate in premessa;
3. di dare atto che le proposte individuate dai cittadini saranno successivamente analizzate, approfondite e verificate dai competenti uffici tecnici in merito alla fattibilità ed alla sostenibilità economica.


PRESENTI15
ASTENUTI5 (Preti, Mengoli, Tornatore, Nava, Favallini)
voti FAVOREVOLI10
voti CONTRARI0
Totale consiglieri VOTANTI10

O.d.G. N. 26/2017 APPROVATO

esito della votazione dell'immediata eseguibilità
PRESENTI15
ASTENUTI0
voti FAVOREVOLI15
voti CONTRARI0
Totale consiglieri VOTANTI15

O.d.G. N. 26/2017 APPROVATA L'IMMEDIATA ESEGUIBILITA'

Bologna 15 giugno 2017


Copia conforme all'originale cartaceo ricavata automaticamente da applicazioni informatiche interne


ALLEGATO 1 alla delibera PON metro SDSV .pdfALLEGATO 1 alla delibera PON metro SDSV .pdf


| home | contatti |  chi siamo |  dove e quando |