| home | contatti |  chi siamo |  dove e quando |

 
Comune di Bologna
Area Economia e Lavoro
 
DELIBERAZIONE
 
DM 267/2004: INDIRIZZI PER LA REDAZIONE DI UN BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI AD IMPRESE INSEDIATE A BOLOGNA, ZONA ROVERI.
PG.N. 505380/2018
In pubblicazione dal 06/12/2018 al 20/12/2018
 

LA GIUNTA


Premesso che:

- Il D.M. 267/2004, che definisce le modalità attuative degli interventi imprenditoriali nelle aree di degrado urbano dei comuni metropolitani, prevede il finanziamento di programmi di intervento elaborati dai medesimi Comuni, nell'intento di sviluppare iniziative economiche ed imprenditoriali in zone di particolare degrado urbano e sociale delle aree metropolitane;

- con riferimento al citato Decreto, con deliberazione di Giunta Prog. N. 118 del 22.04.08 PG n. 89080/2008, l'Amministrazione Comunale ha approvato il progetto per l'insediamento e lo sviluppo di imprese per la riqualificazione delle aree del centro storico e della cintura periferica di Bologna (VI° programma del 22/04/2008), definendo le aree territoriali di insediamento delle imprese, i settori economici oggetto di incentivazione finanziaria ed assumendo che, nell'ambito di tale progetto, sarebbero stati gestiti i fondi provenienti da rinunce, revoche, minori spese consuntivate, rientro dei prestiti, relativi ai programmi precedenti; tale progetto è divenuto quindi negli anni, il quadro di riferimento per il reimpiego dei fondi assegnati al Comune di Bologna in attuazione del D.M. 267/2004;

- in relazione al reimpiego dei fondi assegnati all'Amministrazione Comunale, come definito con la citata deliberazione PG n. 89080/2008, risultano disponibili risorse relative a programmi precedenti per complessivi euro 1.705.018,36 da utilizzare per progetti di sostegno alle imprese del territorio in coerenza con il D.M. 267/2004;

Rilevato che:

- con Delibera di Giunta Prog n. 312 PG n. 351525/2014 del 16/12/2014 si è proceduto all'ampliamento delle aree di insediamento e di sviluppo dei progetti imprenditoriali finanziabili ai sensi del D.M. 267/04, identificandone il nuovo perimetro;

- la zona industriale-artigianale "Roveri", già inclusa nella citata Delibera di Giunta PG n. 351525/2014 costituisce il più importante insediamento industriale del Comune di Bologna caratterizzato da forte potenzialità, ma presenta tuttora aspetti di criticità legati al degrado urbano, effetto anche della situazione di stallo verificatosi durante la fase più acuta della crisi economica;

- risulta pertanto prioritario incentivare la rigenerazione e lo sviluppo della zona Roveri (individuata dalle vie e numeri civici inseriti nell'Area Statistica Roveri) attraverso il sostegno e progetti industriali di innovazione tecnologica, di efficientamento energetico, di realizzazione di misure antisismiche e di bonifica dell'amianto, al fine di promuovere una dinamica che, attraverso la condivisione di interessi fra la comunità industriale, artigianale e le imprese di servizi, possa fungere da modello per la gestione della innovazione industriale di insediamenti produttivi metropolitani;

- l'area Roveri è caratterizzata da un tessuto industriale multiforme in cui è possibile avviare politiche di governo del territorio, relazioni fra imprese e sistema sociale, nonché interventi di promozione delle interconnessioni tra la zona artigianale e industriale e il territorio metropolitano;

Considerato che:

- i soggetti destinatari dei contributi saranno selezionati attraverso un bando pubblico, sulla base delle linee guida di seguito riportate:

a) i soggetti destinatari del bando sono le micro e piccole imprese già costituite e insediate nell'area sopra indicata e svolgenti attività produttive, commerciali, di servizio;
b) le spese d'investimento, ammissibili ad agevolazione, sono quelle previste dal comma 1° dell'art. 5 del D.M. 267/2004 e saranno agevolate nella misura del 50% dei costi ammissibili come da comma 2° art. 4 D.M. 267/2004;
c) le agevolazioni finanziarie sono concesse sulla base di progetti di investimento finalizzati all’aggiornamento tecnologico ed alla sostenibilità ambientale dell’attività d’impresa;
d) al fine di individuare i beneficiari, il bando dovrà tenere conto della qualità delle proposte (con riferimento alla coerenza con gli obiettivi individuati) e della qualità del proponente;
e) le agevolazioni finanziarie sono concesse nella misura massima di euro 200.000,00, secondo le modalità indicate dall'articolo 72 della Legge 27 dicembre 2002 n.289 (50% a fondo perduto e 50% come prestito a tasso agevolato);

Valutato che:

- in presenza di ulteriori disponibilità finanziarie, l'Amministrazione Comunale potrà integrare le risorse messe a bando, finanziando progetti utilmente collocati in graduatoria per un periodo di tre anni, decorrenti dalla data di approvazione della graduatoria;

Vista la deliberazione di Giunta, PG n. 426348/2018 di approvazione della variazione al Piano Esecutivo di Gestione 2018-2020, in attuazione della deliberazione consiliare DC/PRO/2018/19 (Var.17/2018) PG n. 426849/2018, di approvazione della variazione al Bilancio di Previsione 2018 - 2020 in parziale applicazione dell'avanzo di amministrazione dell'esercizio 2017 per l'importo complessivo di euro 1.705.018,36;

Dato atto che la spesa trova la necessaria copertura finanziaria nel Bilancio di previsione 2018-2020 e nel corrispondente Piano Esecutivo di Gestione (missione 14, programma 01, titolo 01, macroaggregato 04, capitoli U56610-150 "reimpiego del contributo del ministero dello sviluppo economico per progetti di sostegno alla creazione d'impresa e di sviluppo delle imprese in aree di degrado urbano: trasferimenti – contro avanzo di amministrazione", U56615-100 "reimpiego dei recuperi, rimborsi ed altre entrate relativi ai progetti di sviluppo imprenditoriale: trasferimenti – contro avanzo di amministrazione", U57050-050 "reimpiego rimborso prestiti (derivante da avanzo vincolato) bandi da imprese beneficiarie di agevolazioni finanziarie del Ministero dello sviluppo economico - trasferimenti - contro avanzo di amministrazione";

Ritenuto di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile per consentire l'avvio delle procedure volte alla assegnazione dei contributi nel tempo più breve;

Preso atto, ai sensi dell’art. 49, comma 1, del D.L.gs. n. 267/2000, così come modificato dal D.L.n.174/2012, del parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile dell'Area Economia e Lavoro e del parere favorevole in ordine alla regolarità contabile espresso dal Responsabile dell'Area Risorse Finanziarie;

Su proposta dell'Area Economia e Lavoro;

A voti unanimi e palesi

D E L I B E R A

1) DI INDIRE la procedura per l'assegnazione di agevolazioni finanziarie alle imprese insediate nella zona Roveri ai sensi del D.M. 267/2004;

2) DI INDIVIDUARE le linee di indirizzo come elencate in premessa per la redazione del bando pubblico.


Inoltre, con votazione separata, all'unanimità
D E L I B E R A

DI DICHIARARE la presente deliberazione immediatamente eseguibile, ai sensi dell'art. 134, comma 4, del D. Lgs. 18/8/2000 n. 267, stante l'urgenza di provvedere in merito.


La consultazione del testo di questo documento é possibile, durante il periodo di affissione, anche presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) , Sportello Presa Visione e Rilascio Atti Amministrativi di p.zza Maggiore, 6
Copia conforme all'originale ricavata automaticamente da applicazioni informatiche interne

delibera di giunta.pdf



| home | contatti |  chi siamo |  dove e quando |