| home | contatti |  chi siamo |  dove e quando |

 
Comune di Bologna
Quartiere San Donato - San Vitale
 
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI QUARTIERE
 
n.25/2017 del 14/06/2017
PROGRAMMAZIONE DEL PERCORSO RELATIVO AL BILANCIO PARTECIPATIVO NEL QUARTIERE SAN DONATO-SAN VITALE. I.E.
PG.N. 207718/2017
In pubblicazione dal 16/06/2017 al 30/06/2017
 

Il Presidente del Consiglio di Quartiere San Donato-San Vitale

propone al Consiglio la seguente deliberazione
IL CONSIGLIO DI QUARTIERE SAN DONATO-SAN VITALE
riunito nella seduta del 14 giugno 2017

Premesso che:
- l'art. 4ter dello Statuto comunale - Titolo II (Istituti di partecipazione), approvato con deliberazione O.d.G. n. 26 del 17 giugno 1991 (P.G. n. 36651/1991) e da ultimo modificato con deliberazione del Consiglio Comunale O.d.G. n. 287 del 21 settembre 2015 (P.G. n. 232878/2015), prevede l'adozione del Bilancio Partecipativo quale strumento di democrazia diretta teso a coinvolgere la cittadinanza nella programmazione e nell'indirizzo di parte delle risorse che vanno a comporre annualmente la previsione di spesa pianificata dall'Amministrazione comunale e che una quota di tali risorse sia destinata annualmente ai percorsi di Bilancio Partecipativo ed articolata tra i vari Quartieri cittadini;
- il bilancio partecipativo costituisce parte integrante del generale processo di programmazione strategica ed operativa del Comune di Bologna;

Premesso altresì che:
- il Consiglio Comunale, nella seduta del 20 luglio 2015, con deliberazione O.d.G. n. 236/2015 (P.G. n. 142311/2015), esecutiva ai sensi di legge, ha approvato la modifica del Regolamento sul decentramento, in cui ha definito l'assetto istituzionale della città, attraverso la riforma del decentramento, che ha portato alla suddivisione del territorio comunale in 6 Quartieri, istituendo tra l'altro il Quartiere "San Donato-San Vitale";
- con le modifiche succitate è stato rafforzato il ruolo del Consiglio di Quartiere e del Presidente nelle funzioni di ascolto e di promozione della collaborazione dei cittadini, favorendo la partecipazione ed il concorso di questi ultimi al processo della formazione delle decisioni con la introduzione al riferimento all'amministrazione "condivisa", delineando i Quartieri come luoghi capaci di promuovere la prossimità, nella intercettazione dei bisogni e nel dare loro risposta;

Rilevato che:
- il Consiglio Comunale con deliberazione O.d.G. n. 214 del 20 aprile 2016 (P.G. n. 85548/2016), esecutiva dal 2 maggio 2016, ha approvato il Regolamento sulla disciplina del Bilancio partecipativo quale istituto di partecipazione che, valorizzando le conoscenze dei bisogni diffuse sui territori, persegue la finalità di impiegare risorse pubbliche e attivare risorse della comunità al fine di raggiungere risultati condivisi e verificati con la cittadinanza;
- il processo del Bilancio partecipativo si inserisce in un più ampio programma che vede l'Amministrazione comunale da tempo impegnata a sperimentare un'idea di città aperta e collaborativa, fondata sulla rigenerazione continua del senso civico, attraverso la cura condivisa dei beni comuni;
- il suddetto Regolamento comunale, all'art. 6 - comma 1, prevede che "La Giunta comunale, sentita la Conferenza dei Presidenti dei Consigli di Quartiere,deliberi l'avvio del processo del Bilancio partecipativo definendone le modalità di coordinamento ed indicando quant'altro necessario al buon esito del processo, nel quadro delle disposizioni del presente Regolamento”;

Precisato che:
- con deliberazione Progr. n. 107/2017 del 9 maggio 2017 (P.G. n. 155932/2017) la Giunta comunale ha, pertanto, dato avvio al processo di cui sopra per l'anno 2017, individuando per ciascun Quartiere le aree nelle quali attuare il coinvolgimento dei cittadini per l'individuazione di proposte da finanziare attraverso le risorse disponibili nel DUP 2017-2019 - Volume 8.1 Piano dei Lavori pubblici e degli investimenti 2017-2019 (per gli anni 2018 e 2019 prevedendo un importo annuo di 1 milione di euro, per un ammontare pari ad euro 166.666 - oneri inclusi - per Quartiere), con le modalità previste dal citato Regolamento, così come individuate nell'allegato grafico A) alla delibera stessa;
- nello specifico, per il Quartiere San Donato-San Vitale sono state individuate le aree statistiche Via del Lavoro, Via Mondo e Cirenaica;
- l’individuazione di tali aree è avvenuta sia dando continuità e sviluppo alle indicazioni durante il percorso “Collaborare è Bologna” avviato al termine dello scorso mandato sia quale esito del lavoro del team multidisciplinare che in ciascuno dei 6 quartieri ha già avviato l’istruttoria tecnica per dare avvio ai laboratori di quartiere;
- nel contempo:
    è stato definito che l'ambito delle scelte cui i cittadini sono chiamati a concorrere si riferiscano ad interventi di manutenzione straordinaria, riqualificazione/riorganizzazione di spazi, opere pubbliche, rigenerazione urbana e attrezzature/arredi;
    è stato stabilito che l'ufficio per l'Immaginazione Civica, presso il rinnovato Urban Center, dovrà supportare i percorsi partecipativi, individuando gli strumenti per dialogare, co-progettare, realizzare, insieme ai cittadini e in collaborazione con i Quartieri, le decisioni più importanti da assumere e per abilitare le tante energie civiche e il capitale sociale cittadino con particolare attenzione a raggiungere le persone normalmente assenti dai percorsi di informazione, partecipazione, collaborazione;
    è stato stabilito, altresì, che il programma di massima per l'anno 2017 verrà sviluppato in coerenza con le attività del laboratorio che verrà avviato in ciascun Quartiere nell’ambito del Piano per l’Innovazione Urbana;

Evidenziato che:
- le modalità di attuazione del Bilancio partecipativo per l'anno 2017 assumono carattere sperimentale, anche al fine di poter consolidare l’allineamento del percorso con il processo di programmazione strategica ed operativa, così come previsto dall'art. 3 del citato Regolamento;
- come previsto all'art. 6 del Regolamento sulla disciplina del Bilancio partecipativo. il Consiglio di Quartiere concorre a determinare le modalità di coinvolgimento dei cittadini, adattando il processo del bilancio partecipativo alle caratteristiche del territorio, mentre spetta al Presidente del Consiglio di Quartiere integrare il quadro delle informazioni per i cittadini, predisposte per l’avvio del processo del bilancio partecipativo, con elementi riguardanti specificamente il territorio, al fine di fornire ai soggetti interessati conoscenze e indicazioni necessarie per la maturazione delle scelte cui sono invitati a concorrere;

Dato che:
- in continuità con il percorso "Collaborare Bologna" in data 4 maggio 2017, presso il Mercato Sonato (ex Mercato San Donato) in Via Tartini n. 3, si è tenuto un incontro pubblico per illustrare l'avvio dei Laboratori di Quartiere;
- nella seduta del Consiglio di Quartiere San Donato-San Vitale in data 31 maggio 2017 alla presenza degli Assessori Matteo Lepore (Economia e promozione della città, Relazioni internazionali, Agenda digitale, Immaginazione civica - UrbanCenter, Programma PON Metro, Agenda digitale, Patrimonio, Sport) e Susanna Zaccaria (Affari generali, Servizi demografici, Quartieri, Pari opportunità e differenze di genere, Diritti LGBT, Contrasto alle discriminazioni, Lotta alla violenza e alla tratta sulle donne e sui minori, Diritti dei nuovi cittadini, Progetto Patto per la giustizia), nonché dei tecnici comunali competenti, sono stati ampiamente illustrati e discussi i percorsi del Bilancio partecipativo e dei Laboratori territoriali (rif. O.d.G. n. 24/2017 - P.G. n. 190142/2017);

Si raccomanda di trarre dal primo anno di sperimentazione elementi utili per apportare eventuali ulteriori migliorie ai percorsi di pubblicizzazione in fase di attivazione del Bilancio Partecipativo per i prossimi anni, in piena attuazione di quanto previsto dal Regolamento.

Preso atto:
- dell'avvio del processo del Bilancio partecipativo come più sopra delineato, è necessario definire per il Quartiere San Donato-San Vitale le date degli incontri con i cittadini come sotto elencate:
    PLENARIA: giovedì 22 giugno 2017 - dalle ore 18,00 alle ore 21,00 - presso il Mercato Sonato (ex Mercato San Donato) in via G. Tartini n. 3

    a) presentazione del percorso, delle modalità di svolgimento, della tempistica;
    b) messa a disposizione dei materiali relativi e ogni altra informazione utile a favorire la conoscenza dello stato di fatto e delle ipotesi di intervento relative alla zona individuata (zone statistiche Via del Lavoro, Via Mondo, Cirenaica);
    c) raccolta delle priorità evidenziate dai soggetti coinvolti.

Saranno coinvolti nel Laboratorio di Quartiere i soggetti che si saranno resi disponibili nel corso della plenaria, come da Regolamento sul Bilancio partecipativo;
    LABORATORIO DI QUARTIERE: martedì 11 luglio 2017 - dalle ore 18,00 alle ore 21,00 presso la Sala Consiliare “Vinka Kitarovic” nel Centro Civico di Piazza Spadolini n. 7 o, in alternativa, in altro luogo idoneo ad ospitare l’incontro pubblico
    a) analisi delle priorità emerse;
    b) condivisione delle priorità a cui le proposte devono rispondere;
    c) elaborazione delle proposte la cui fattibilità dovrà essere valutata dai competenti uffici comunali
    SECONDO INCONTRO DEL LABORATORIO DI QUARTIERE: mercoledì 13 settembre 2017 - dalle ore 18,00 alle ore 21,00 presso la Sala Consiliare “Vinka Kitarovic” nel Centro Civico di Piazza Spadolini n. 7 o, in alternativa, in altro luogo idoneo ad ospitare l’incontro pubblico;

- altresì che il percorso del laboratorio si concluderà presumibilmente entro il mese di settembre con la scelta delle proposte che saranno sottoposte al voto dei cittadini;

Dato atto che ai sensi dell'art. 49 comma 1 del D.Lgs. 18.8.2000 n. 267 (Testo Unico degli Enti Locali) e s.m.i., è stato formalmente acquisito agli atti il parere favorevole espresso dalla Direttrice del Quartiere in ordine alla regolarità tecnica del presente atto;

Visti
- gli artt. 4ter, 37,38, 42 comma 2, dello Statuto del Comune di Bologna ;
- l'art.12 del vigente Regolamento comunale sul Decentramento;
- il vigente “Regolamento sulla disciplina del Bilancio partecipativo";
- il Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267 e s.m.i.;
DELIBERA

per i motivi indicati in premessa e che qui si intendono integralmente richiamati:
1. di prendere atto dell'avvenuto avvio del processo del Bilancio Partecipativo per l'anno 2017, che relativamente il Quartiere San Donato-San Vitale interessa le aree statistiche Via del Lavoro, Via Mondo e Cirenaica, come da deliberazione di Giunta Progr. 107/2017 del 9/05/2017 (P.G. n. 155932/2017);
2. di prendere atto che le risorse disponibili nel DUP 2017-2019, per gli anni 2018 e 2019, ammontano ad 1 milione di euro/anno, per un ammontare pari ad euro 166.666 (oneri inclusi) per Quartiere;
3. di definire le date degli incontri con i cittadini in merito alle proposte per le aree statistiche succitate (Plenaria e Laboratorio), come individuate in premessa;
4. di dare atto che:
    a) le proposte individuate dai cittadini saranno, analizzate, approfondite e verificate dai competenti uffici tecnici comunali in merito alla fattibilità tecnica ed alla sostenibilità economica;
    b) le proposte ammesse a seguito dell'analisi di fattibilità tecnica, saranno poste al voto, nelle modalità previste dal “Regolamento sulla disciplina del Bilancio partecipativo":
    c) saranno individuate le "postazioni" per il voto assistito, al fine di facilitare l'accesso anche a quei cittadini che si trovano in situazioni di difficoltà ad utilizzare gli strumenti informatici.
PRESENTI15
ASTENUTI4 (Preti, Mengoli, Tornatore, Nava)
voti FAVOREVOLI10
voti CONTRARI1 (Favalini)
Totale consiglieri VOTANTI11

O.d.G. N. 25/2017 APPROVATO

esito della votazione dell'immediata eseguibilità
PRESENTI15
ASTENUTI0
voti FAVOREVOLI15
voti CONTRARI0
Totale consiglieri VOTANTI15

O.d.G. N. 25/2017 APPROVATA L'IMMEDIATA ESEGUIBILITA'

Bologna 15 giugno 2017


Copia conforme all'originale cartaceo ricavata automaticamente da applicazioni informatiche interne




| home | contatti |  chi siamo |  dove e quando |