| home | contatti |  chi siamo |  dove e quando |

 
Comune di Bologna
Politiche abitative
 
DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE
 
FONDO PER LA MOROSITA' INCOLPEVOLE: AMMISSIBILITA' DI UN CONTRIBUTO AI SENSI DELL' ART. 4 DEL NUOVO PROTOCOLLO D'INTESA PROMOSSO DALLA PREFETTURA DI BOLOGNA, APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. PROPOSTA DG/PRO/26/2019- N. REPERTORIO DG/18/2019 - P.G.81698/2019.
N. Proposta DD/PRO/2020/15428
N. Repertorio DD/2020/14148
PG.N. 484762/2020
In pubblicazione dal 21/11/2020 al 05/12/2020
 

IL RESPONSABILE

Premesso che:
- con deliberazione della Giunta Comunale progr. 238/2014 - P.G. 285095/2014, dichiarata immediatamente esecutiva, era stato attivato un sistema coordinato di interventi di tipo economico, per ridurre il disagio socio economico di famiglie, dimoranti in abitazioni di proprietà e in locazione, attraverso l'impiego di risorse finanziarie finalizzate all'erogazione di specifici contributi economici e trasferite dallo Stato e dalla Regione Emilia Romagna, nonché con risorse proprie del Comune di Bologna;

- la misura in oggetto costituiva la naturale prosecuzione di quella analoga in favore di locatori in situazione di sfratto per morosità, gestita dalla Provincia di Bologna in virtù del previgente Protocollo firmato in data 27 novembre 2013, la quale si sostanziava in un contributo, in parte a fondo perduto ed in parte sotto forma di accesso ad un prestito bancario garantito, finalizzato all'estinzione del debito contratto dall'inquilino verso il proprietario dell'immobile;

- con Deliberazione di Giunta della Regione Emilia Romagna 23 luglio 2014 n. 1279 ( di seguito anche DGR) erano state ripartite le risorse destinate alla suddetta finalità ai Comuni capoluogo e ai Comuni ad alta tensione abitativa, di cui alla deliberazione Comitato Interministeriale Programmazione Economica 13 novembre 2003 n. 87/03, era stata trasferita ai Comuni anche la competenza della loro gestione;

Visti:
- il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 30 marzo 2016 avente ad oggetto: "Fondo nazionale destinato agli inquilini morosi incolpevoli di cui all'articolo 6, comma 5 del decreto-legge 31 agosto 2013, n.102, convertito con modificazioni, dalla legge 28 ottobre 2013, n.124. Riparto annualità 2016";
- il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 1 agosto 2017- Riparto annualità 2017;
- il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 31 maggio 2018- Riparto annualità 2018;

Dato atto che:
- con DGR progr. n. 2079/2016 del 5 dicembre 2016 , avente ad oggetto " FONDO DESTINATO AGLI INQUILINI MOROSI INCOLPEVOLI (D.L. 102/2013, CONVERTITO CON MODIFICAZIONI, DALLA L. 124/2013, ART. 6, COMMA 5 - D.M. N. 202 DEL 14.05.2014) - RIPARTIZIONE E CONCESSIONE RISORSE FINANZIARIE A TITOLO DI TRASFERIMENTO PER L'ANNO 2016", é stato concesso al Comune di Bologna un contributo di euro 1.020.119,84 ( indicato nell'allegato A alla medesima deliberazione);
- con DGR n. 1730 del 6 novembre 2017 è stato concesso l'importo di euro 275.464,96;
- con DGR n. 1871 del 12 novembre 2018 é stato concesso un ulteriore contributo di euro 889.290,96 ed é stato stabilito anche che sia le risorse trasferite ai Comuni con tale atto, sia le eventuali economie già nella disponibilità degli enti beneficiari, relative alle risorse trasferite negli anni 2014, 2015, 2016 e 2017, possono essere gestite per le medesime finalità fino al 31/12/2020;

Dato atto inoltre che:
- con deliberazione della Giunta comunale n. proposta DG/PRO/26/2019 - n. repertorio DG/18/2019 - P.G.81698/2019 del 19 febbraio 2019, dichiarata immediatamente esecutiva, è stata approvata l'adesione del Comune di Bologna al nuovo Protocollo d'Intesa promosso dalla Prefettura di Bologna, sottoscritto il 21 febbraio 2019 dal Tribunale di Bologna, Regione Emilia Romagna, Comuni della Provincia di Bologna, Città Metropolitana di Bologna, ACER Bologna, Ordine degli Avvocati di Bologna, Sindacati ed associazioni rappresentative dei proprietari e degli inquilini, avente durata fino al 31 dicembre 2020 (allegato al presente provvedimento);

Rilevato che:
- l'art. 2, comma 1, del sopraindicato Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 30 marzo 2016 definisce la morosità incolpevole come la "situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo a ragione della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare", dovuta ad una delle cause declinate al comma 2 dello stesso articolo;
- l'art. 3 definisce i criteri per l'accesso ai contributi, nei limiti delle disponibilità finanziarie, che i Comuni devono verificare;

Visto l'art. 3 del Protocollo d'intesa che disciplina l'accesso alla misura - da parte degli inquilini - quando ricorrono i presupposti di cui agli artt. 2 e 3 del già citato Decreto, attraverso la procedura nello stesso articolo specificata;

Rilevato che:
- ricorrendo tali presupposti, un inquilino ha presentato istanza per l'accesso al contributo per la morosità incolpevole (dati conservati agli atti del settore), secondo i criteri dell'art. 4 del nuovo Protocollo, riguardante i procedimenti non ancora convalidati;

Dato atto che, sulla base dell'istruttoria effettuata, il richiedente é risultato in possesso dei requisiti previsti;

Ritenuto, pertanto, di dichiarare il richiedente ammissibile ad un contributo di euro 3.898,30, ai sensi del citato art. 4, a copertura della morosità pregressa aumentata del 10%;

Visto l'atto di delega di funzioni P.G. 433182/2020;

Dato atto che della presente determinazione è data informazione all'Assessore alla Casa, Emergenza abitativa e Lavori Pubblici Virginia Gieri;

Visti:
- l'art. 107 del D.lgs. 267/2000;
- l'art. 44 dello Statuto Comunale;

DETERMINA

1) di dichiarare il richiedente di cui in premessa ammissibile ad un contributo di euro 3.898,30, a copertura della morosità pregressa aumentata del 10%, nell'ambito delle misure previste dal Fondo per la morosità incolpevole, ricorrendo i presupposti di cui agli artt. 2 e 3 del Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 30 marzo 2016, secondo i criteri dell'art. 4 del nuovo Protocollo d'intesa approvato in data 19 febbraio 2019 con Deliberazione della Giunta n. proposta DG/PRO/26/2019 - n. repertorio DG/18/2019 - P.G.81698/2019 e sottoscritto in data 21 febbraio 2019, secondo quanto in premessa indicato;

2) di dare atto che di tale ammissibilità sarà data comunicazione all'interessato ed all'organizzazione sindacale degli inquilini di riferimento, al fine di procedere alla stipula dell'accordo fra locatore e conduttore, costituente condizione obbligatoria per la concessione del contributo ai sensi dell' art. 5 dello stesso Protocollo.




determinazione dirigenziale.pdf
PROTOCOLLO_INTESA_2019.pdf


Copia conforme all'originale ricavata automaticamente da applicazioni informatiche interne

| home | contatti |  chi siamo |  dove e quando |