| home | contatti |  chi siamo |  dove e quando |

 
Comune di Bologna
Area Benessere di Comunità
 
avviso pubblico per affidamento di servizio
 
AVVIO DELLE PROCEDURE DI SELEZIONE DI UN SOGGETTO DA CONVENZIONARE PER L'EROGAZIONE DI PRESTAZIONI ED ATTIVITA' RELATIVE AL CANILE/GATTILE INTERMUNICIPALE DEI COMUNI DI BOLOGNA E DI CASTEL MAGGIORE DENOMINATO 'RIFUGIO DEL CANE E DEL GATTO'
PG.N. 248194/2017
In pubblicazione dal 14/07/2017 al 31/08/2017
 



Area Benessere di Comunità

    P.G. N.: 248194/2017
    Data Sottoscrizione: 12/07/2017
    Data Esecutività: 14/07/2017
    Pubblicazione
    Oggetto: AVVIO DELLE PROCEDURE DI SELEZIONE DI UN SOGGETTO DA CONVENZIONARE PER L'EROGAZIONE DI PRESTAZIONI ED ATTIVITA' RELATIVE AL CANILE/GATTILE INTERMUNICIPALE DEI COMUNI DI BOLOGNA E DI CASTEL MAGGIORE DENOMINATO "RIFUGIO DEL CANE E DEL GATTO"
- DETERMINAZIONE A CONTRARRE CON CONTESTUALE PRENOTAZIONE -

    Show details for Sottoscrizioni e PareriSottoscrizioni e Pareri
    Show details for ContabilitàContabilità

IL CAPO AREA

Premesso che:

- con Delibera di Consiglio del 22/12/2016, O.d.G. n. 365/2016, P.G. n. 374002/2016, immediatamente esecutiva, è stato approvato il Bilancio di Previsione del Comune di Bologna 2017 - 2019;

- con Delibera di Consiglio del 22/12/2016, O.d.G. n. 364/2016, P.G. n. 373159/2016, immediatamente esecutiva, è stato approvato il Documento Unico di Programmazione 2017 - 2019;

- con Delibera di Giunta del 22/12/2016, Prog. n. 359/2016, P.G. n. 413243/2016, immediatamente esecutiva, è stato approvato il Piano Esecutivo di Gestione 2017 - 2019;

- con delibera di Giunta Pg 414925.2016 Prog. 361 del 22.12.2016 è stata approvata la determinazione del piano dettagliato degli obiettivi assegnati ai Dipartimenti, alle aree, ai Settori, alle Istituzioni e ai Quartieri per l'anno 2017;

Premesso inoltre che:

- tra gli obiettivi dell'Area Benessere di Comunità rientrano, tra l'altro, anche quelli relativi alla gestione delle attività riferite ai diritti degli animali;

- la legge n. 281 del 14/08/1991 e successive modifiche e integrazioni " Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo" prevede che "I Comuni singoli o associati provvedano al risanamento dei canili comunali esistenti e costruiscano rifugi per cani, nel rispetto dei criteri stabiliti con legge regionale e avvalendosi dei contributi destinati a tale finalità dalla Regione";

- la Legge regionale dell'Emilia Romagna 7 aprile 2000 n. 27 , nel testo vigente, "Norme per la tutela ed il controllo della popolazione canina e felina" disciplina ulteriormente le competenze dei Comuni in materia;

- il Comune di Bologna ha realizzato e reso funzionante il Canile Intermunicipale dei comuni di Bologna e di Castel Maggiore denominato "Rifugio del cane e del gatto", sito in via Bacialli, 20 - Trebbo di Reno frazione di Castel Maggiore (Bo),
tale struttura comprende anche un gattile;

Considerato che:

- con determinazione dirigenziale P.G. n. 97804/2016 è stata approvata la convenzione con Animal Liberation per l'erogazione di prestazioni ed attività relative al canile municipale di Bologna denominato "Rifugio del cane e del gatto" per il periodo decorrente dalla sottoscrizione della convenzione rep.249 /2016 sino al 30/06/2017 per una spesa complessiva di euro 247.500,00 oneri fiscali inclusi;

- con determinazione dirigenziale P.G. n. 209809/2017, esecutiva ai sensi di legge, è stata prorogata, nelle more delle procedure di selezione, per mesi 3 la convenzione rep. 249/2016 decorrenti dal 01° Luglio 2017 al 30 settembre 2017 per l'erogazione di prestazioni ed attività relative al canile/gattile municipale denominato " Rifugio del cane e del gatto";

Considerato inoltre che:

- si ritiene opportuno procedere ad avviare una nuova procedura ad evidenza pubblica per l'individuazione di un'organizzazione di volontariato di cui alla Legge 266/91 iscritta nel Registro regionale delle organizzazioni di volontariato previsto all’articolo 2 della Legge regionale Emilia-Romagna n. 12/2005, nel cui statuto rientri espressamente la finalità di protezione degli animali e/o dell'ambiente da convenzionare per l'erogazione di prestazioni ed attività relative alla custodia e cura degli animali ricoverati nel canile/gattile Intermunicipale dei comuni di Bologna e di Castel Maggiore denominato "Rifugio del cane e del gatto" sito in località Trebbo di Reno, Comune di Castel Maggiore (BO), Via Bacialli 20 e attività connesse, compatibili con la natura e finalità del volontariato.

- in ragione della tipologia della peculiarità ed articolazione delle attività da realizzare, si ritiene, a migliore tutela dell'interesse pubblico sotteso per l'individuazione di un soggetto idoneo, a svolgere le attività di cui trattasi, procedere ad evidenza pubblica, secondo le modalità previste dal D. Lgs 50/2016 e s.m.i. e per quanto richiamato dalla Legge 266/91 e dalla Legge regionale Emilia - Romagna n. 12/2005, previa la pubblicazione di un avviso pubblico;

- l'Amministrazione comunale si atterrà per l'aggiudicazione ai criteri di priorità specificati all'art. 14 della L.R. Emilia-Romagna n. 12/2005, comprovanti l'attitudine e la capacità operativa delle Associazioni:
    - l'esperienza maturata nell'attività oggetto di convenzione;
    - il livello qualitativo in ordine agli aspetti strutturali, organizzativi ed al personale volontario, anche con riferimento a requisiti previsti dalle vigenti disposizioni;
    - l'offerta di modalità a carattere innovativo o sperimentale per lo svolgimento delle attività di pubblico interesse;
    - la sede dell'organizzazione e la presenza operativa nel territorio in cui deve essere svolta l'attività;
    - la definizione di piani formativi per i volontari aderenti alle organizzazioni, e per quelli coordinati, in coerenza con le attività oggetto della convenzione;
    - le attività innovative per la soluzione di problematiche connesse ad emergenze sociali o sanitarie od ambientali e relative al benessere degli animali;
- l'Amministrazione precisa che il rapporto con il Comune di Bologna sarà disciplinato da apposita convenzione stipulata tra le parti sulla base delle condizioni fissate dall'art. 13 della L.R. Emilia-Romagna n. 12/2005 così come declinata nei criteri di massima nel progetto allegato alla presente determinazione dirigenziale;

Atteso che il Capo Area svilupperà ogni atto necessario a dar corpo alla procedura di selezione in oggetto, nel rispetto di quanto previsto dall'art. 192 del D. Lgs. 267/2000 e dalla vigente normativa in materia;

Dato atto che nella selezione e successiva convenzione si terrà anche conto della necessità di assicurare l'espletamento del servizio, obbligatorio per previsioni legislative nazionali e specialistiche, in modo da garantire continuità all'attività di ricovero, custodia, cura, sostentamento, affido e adozione degli animali ricoverati ispirandosi ai principi di salvaguardia del benessere e di una elevata qualità della vita degli animali custoditi, nella scrupolosa osservanza delle disposizioni vigenti in materia; garantendo e valorizzando l'apporto del volontariato ai fini di una piena collaborazione con il Comune di Bologna.

Considerato altresì che:

- si ritiene corretto individuare in euro 247.500,00 (eventuali oneri fiscali inclusi) la somma stimata come importo massimo presunto di spesa per un periodo di 15 mesi decorrenti dalla data di sottoscrizione della convenzione, presumibilmente dall'01/10/2017 fino al 31/12/2018, che l'Amministrazione comunale, in relazione alle azioni richieste in oggetto e come disciplinato dalla successiva convenzione tra le parti, provvederà a corrispondere all'organizzazione individuata per l'intera durata della convenzione a titolo di rimborso delle spese sostenute previa rendicontazione analitica delle stesse;

- l'Amministrazione comunale si riserva la facoltà di prorogare la predetta durata per un massimo di ulteriori tre mesi, e comunque per il tempo necessario per addivenire a nuova gestione;

Rilevato che, per procedere alla costituzione dell' impegno di spesa, si rende necessario modificare due stanziamenti di uscita dell'unità elementare del PEG ( conto finanziario di IV livello) del medesimo macroaggregato, appartenenti al medesimo capitolo U 47300-000 del PEG "Vigilanza e profilassi zooiatrica, gestione canile e prestazioni varie per diritti animali";

Visti:

- l'art. 175 comma 5 -quater, lettera a) del Decreto Legislativo del 18 agosto 2000 n. 267, che pone in capo ai responsabili della spesa le variazioni compensative del piano esecutivo di gestione, fra capitoli di entrata della medesima categoria e fra i capitoli di spesa del medesimo macroaggregato, per ciascuno degli esercizi di bilancio;

- l'art. 5, comma 5, del Regolamento di contabilità che stabilisce che le variazioni agli stanziamenti fra capitoli di spesa del medesimo macroaggregato del bilancio di previsione finanziario sono autorizzate dal titolare del centro di responsabilità dei capitoli da variare, con propria determinazione;

Dato atto:

- che è stato preliminarmente verificato, come da istruttoria conservata in atti, che allo stato attuale non sono attive convenzioni stipulate dalla CONSIP ai sensi dell’art. 26, comma 1, della Legge 23.12.1999 n° 488 e successive modifiche e integrazioni, per tipologia di servizio di cui all’oggetto né dall’Agenzia Regionale INTERCENT - ER , ai sensi delle Legge Regionale 11/2004, così come previsto dalla legge 296/2006 né sono disponibili sul Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (M.E.P.A);

- del rispetto dell'art. 183 comma 8 del D. Lgs. 267/2000;

- che, ai sensi dell'art. 183 comma 7 del D. Lgs. 267/2000, questo atto viene trasmesso al Responsabile dell'Area Risorse Finanziarie e diverrà esecutivo con l'espressione del visto di regolarità contabile attestante la copertura finanziaria;

Visti:
- gli artt. 107 e 192 del D.Lgs. 267/2000;
- art. 147 bis c. 1 del TUEL
- gli artt. 44 e 64 dello Statuto Comunale e gli artt. 11 e 12 del Regolamento Comunale di Contabilità,
- l'avviso, l'istanza di partecipazione, il modello di dichiarazione ex art. 38 comma 1 lettera C) del decreto legislativo 163/2006, il modello di sopralluogo e il progetto tecnico documenti tutti che vengono allegati al presente atto di cui fanno parte integrante e sostanziale;

Dato, altresì, atto che della presente determinazione è stata data informazione all'Assessore Luca Rizzo Nervo;
D E T E R M I N A

- di prenotare la spesa complessiva di euro 247.500,00 oneri fiscali inclusi per consentire l'avvio della successiva procedura comparativa, per le ragioni esposte in premessa;

- di avviare per le ragioni esposte in premessa e qui tutte integralmente confermate e richiamate,la procedura ad evidenza pubblica, per l'individuazione di un'organizzazione di volontariato di cui alla Legge 266/91 iscritta nel Registro regionale delle organizzazioni di volontariato previsto all’articolo 2 della Legge regionale Emilia-Romagna n. 12/2005 e nel rispetto del D. Lgs 50/2006 e s.m.i. nel cui statuto rientri espressamente la finalità di protezione degli animali e/o dell’ambiente da convenzionare per l'erogazione di prestazioni ed attività relative alla custodia e cura degli animali ricoverati nel canile/gattile municipale denominato "Rifugio del cane e del gatto" sito in località Trebbo di Reno, Comune di Castel Maggiore (BO), Via Bacialli 20 e attività connesse, compatibili con la natura e finalità del volontariato, per un periodo di 15 mesi decorrenti dalla data di sottoscrizione della convenzione, presumibilmente dall'01/10/2017 fino al 31/12/2018;

- di individuare quale Responsabile Unico del Procedimento per la scelta del contraente e per la successiva sottoscrizione del contratto, il Capo Area Benessere di Comunità, Dott. Maria Adele Mimmi;

- di autorizzare la rimodulazione di stanziamenti delle unità elementari del PEG (IV livello finanziario) appartenenti a un capitolo di spesa del medesimo macroaggregato, secondo quando indicato in tabella:

Importo
Missione
Prog.
Titolo
Macro aggregato
Riferimento bilancio
Capitolo/ articolo
Conto finanziario
- 47.947,64
13
07
01
03
2017
U47300-000
U.1.03.02.13.000
+ 47.947,64
13
07
01
03
2017
U47300-000
U.1.03.02.15.000

- di dare atto che per la scelta dell'organizzazione di volontariato, l'Amministrazione comunale, si atterrà ai criteri di priorità specificati all'art. 14 della L.R. Emilia-Romagna n. 12/2005, comprovanti l'attitudine e la capacità operativa delle organizzazioni di volontariato;

- di dare atto il rapporto con il Comune di Bologna sarà disciplinato da apposita convenzione stipulata tra le parti sulla base delle condizioni fissate dall'Art. 13 della L.R. Emilia-Romagna n. 12/2005 della durata di 15 mesi decorrenti dalla data di sottoscrizione, presumibilmente dall'01/10/2017 fino al 31/12/2018, riservandosi la facoltà di prorogare la predetta durata per un massimo di ulteriori tre mesi, e comunque per il tempo necessario per addivenire a nuova gestione;

- di approvare l'avviso, l'istanza di partecipazione, il modello di dichiarazione ex art. 80 del decreto legislativo 50/2016, il modello di sopralluogo e il progetto tecnico documenti tutti che vengono allegati al presente atto di cui fanno parte integrante e sostanziale, in cui viene specificata ogni altra caratteristica del servizio e modalità di partecipazione al presente avviso;

- di imputare la spesa complessiva per un importo pari a euro 247.500,00 (oneri fiscali inclusi) come da tabella seguente,


ImportoMissioneProgrammaTitoloMacro aggregatoBilancioImpegno n.
49.500,00
13
07
01
03
2017
317004283
198.000,00
13
07
01
03
2018
318000832
Cap/art
descrizione
U47300-000
Vigilanza e profilassi zooiatrica, gestione canile e prestazioni varie per diritti animali
Conto finanziario V livello
descrizione
U.1.03.02.15.011
Contratti di servizio per la lotta al randagismo

variazione n. 9500000691

12/07/2017

Il Capo Area
Maria Adele Mimmi







ALLEGATO 1- Istanza-Dichiarazione.odtALLEGATO 2 - Dichiarazione art. 80 co1.odtALLEGATO 3 - Modello di sopralluogo.odtALLEGATO 4 - PROGETTO TECNICO.pdfALLEGATO 5 - Patto di integrità.pdfAVVISO PUBBLICO.pdf


| home | contatti |  chi siamo |  dove e quando |