| home | contatti |  chi siamo |  dove e quando |

 
Comune di Bologna
Area Personale e Organizzazione
 
DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE
 
RIDETERMINAZIONE MONTE ORE COMPLESSIVO DEI PERMESSI SINDACALI ANNO 2020 E RIPARTIZIONE DELLE ORE SPETTANTI ALLE OO.SS. RAPPRESENTATIVE DEL COMPARTO.
N. Proposta DD/PRO/2020/12830
N. Repertorio DD/2020/12003
PG.N. 417800/2020
In pubblicazione dal 17/10/2020 al 31/10/2020
 

Il Capo Area

Richiamati il Contratto collettivo nazionale quadro sulle modalità di utilizzo dei distacchi, aspettative e permessi, nonché delle altre prerogative sindacali del 4 dicembre 2017 e il successivo CCNQ del 19 novembre 2019;

Dato atto in particolare che:
- l’art. 12 prevede che i permessi sindacali per l’espletamento del mandato assegnati alle organizzazioni sindacali rappresentative possano essere utilizzati in forma cumulata, a livello nazionale;
- l’art. 28 relativo alla ripartizione dei permessi sindacali per l’espletamento del mandato nei comparti di contrattazione prevede
1. al comma 2 che nei comparti Sanità e Funzioni locali, il contingente complessivo dei permessi sindacali è pari a n. 60 minuti per dipendente in servizio con rapporto di lavoro a tempo indeterminato negli enti del comparto. I dipendenti in posizione di comando o fuori ruolo vanno conteggiati tra i dipendenti in servizio presso l’amministrazione dove sono utilizzati. Il contingente di cui al presente comma è ripartito secondo la seguente proporzione: a) n. 30 minuti alla RSU; b) n. 30 minuti alle organizzazioni sindacali rappresentative fatto salvo quanto previsto al comma 6
2. al comma 6 che nei comparti Sanità e Funzioni locali, i permessi sindacali di cui al comma 2, lett. b) possono essere utilizzati in forma cumulata - a livello nazionale - nella misura massima del 38% della quota a disposizione;

Considerato che l’art. 11 comma 3 stabilisce che prima di procedere all’assegnazione del monte ore annuo di competenza di ogni organizzazione sindacale, determinato ai sensi del comma 1, l’amministrazione dovrà detrarre, dal contingente di spettanza di ciascuna sigla, una quota pari all’eventuale percentuale di permessi utilizzati in forma cumulata ai sensi degli artt. 28 (Ripartizione dei permessi sindacali per l’espletamento del mandato nei comparti di contrattazione) e 33 (Ripartizione dei permessi sindacali per l’espletamento del mandato nelle aree dirigenziali);

Dato atto inoltre che, come da nota pubblicata sul sito ufficiale di Aranagenzia, tale possibilità di cumulo, già prevista per il periodo 2016-2018, è stata esercitata dalle associazioni sindacali aventi titolo, con le modalità fissate e nella misura definita dagli artt. 28 (per i comparti di contrattazione) e 33 (per le aree dirigenziali) del citato CCNQ 4 dicembre 2017;

Viste le tabelle di sintesi per ciascun comparto ed area delle comunicazioni ricevute dalle associazioni sindacali aventi titolo, come individuate all’art. 12, co. 2, del disposto contrattuale, pubblicate quali allegati della nota Aran di cui sopra e vista in particolare la quota utilizzata in forma cumulata a livello nazionale per l’anno 2018 sotto riportata

COMPARTO FUNZIONI LOCALI% UTILIZZATA IN FORMA CUMULATA
FP CGIL38%
CSA REGIONI AUTONOMIE LOCALI37%
CISL FP38%
UIL FPL38%


Verificato che nella assegnazione del monte ore annuo 2018 non è stata effettuata per mero errore materiale la detrazione della quota percentuale sopra riportata ai sensi di quanto previsto dalle disposizioni contrattuali citate;

Considerato che risultano rappresentative nel Comparto Funzioni Locali per l’anno 2018 le seguenti organizzazioni sindacali, FP CGIL, CISL FP, UIL FPL E CSA;

Preso atto del superamento del contingente assegnato dei permessi sindacali per l’espletamento del mandato per l’anno 2018 delle seguenti ore da parte delle seguenti organizzazioni sindacali:
- 237 ore e 26 minuti da parte della o.s. FP CGIL,
- 89 ore e 7 minuti da parte della o.s. CISL FP
- 5 ore e 6 minuti da parte della o.s. UIL FPL;

Dato atto che ai sensi dell’art. 23 comma 1 del citato CCNQ nel caso in cui la RSU o le organizzazioni sindacali risultino avere utilizzato permessi per l’espletamento del mandato in misura superiore a quella loro spettante nell’anno, l’amministrazione compensa l’eccedenza nell’anno immediatamente successivo detraendo dal relativo monte-ore di spettanza dei singoli soggetti il numero di ore risultate eccedenti nell’anno precedente, fino a capienza del monte-ore stesso;

Considerato che questa Amministrazione ha già trasmesso in maniera definitiva i permessi fruiti nell’anno 2019 alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica attraverso l’applicativo Gedap e che non è possibile procedere a loro modifica, si rende necessario procedere al recupero delle ore in esubero relativa all’anno 2018 sulla prima annualità utile e quindi sul monte ore dell’anno 2020 che è ancora modificabile e presenta ancora la necessaria disponibilità;

Visti:

  • gli artt. 44 e 64 dello Statuto del Comune di Bologna;
  • gli artt. 6 e 92 del Regolamento Generale degli Uffici e dei Servizi;
  • il D.lgs 33/2013 s.m.i. relativamente alla pubblicazione;
DETERMINA

per i motivi esposti in premessa e che qui si intendono integralmente riportati:
- di procedere alla decurtazione sul monte dei permessi sindacali per l’espletamento del mandato per l’anno 2020 nel modo seguente:
a) 238 ore sul totale spettante alla o.s. FP CGIL,
b) 90 ore sul totale spettante alla o.s. CISL FP
c) 6 ore sul totale spettante alla o.s. UIL FPL
specificando che la riduzione è dovuta al superamento del contingente a disposizione nell’anno 2018 da parte delle stesse organizzazioni sindacali e che le ore in decurtazione sono arrotondate per eccesso ad ora piena;
- di rideterminare quindi il monte ore spettante alle organizzazioni sindacali rappresentative per l’anno 2020 come da tabella conservata agli atti presso l'ufficio competente.





determinazione dirigenziale.pdf


Copia conforme all'originale ricavata automaticamente da applicazioni informatiche interne

| home | contatti |  chi siamo |  dove e quando |